Macchine&Motori

Volvo EX90: un SUV 100% elettrico con 600 km di autonomia

Un vero SUV a sette posti, 100% elettrico. La nuova Volvo EX90 rappresenta per la casa svedese l’inizio di un percorso che porterà verso un futuro con un parco auto completamente elettrico.

Volvo promette che cominciando con la Volvo EX90, ogni anno presenterà un nuovo modello a trazione completamente elettrica. Entro il 2030 punta a vendere solo automobili al 100% elettriche, per raggiungere l’obiettivo di diventare un’azienda neutrale dal punto di vista climatico entro il 2040.

La EX90 sarà costruita negli Stati Uniti a partire dal prossimo anno e, successivamente, anche in Cina.  

La Volvo EX90 è sostanzialmente una vettura familiare, versatile e dotata di tecnologie all’avanguardia in termini di capacità di calcolo, connettività ed elettrificazione.

“La Volvo EX90 è una dichiarazione di dove siamo e dove stiamo andando. È un’auto completamente elettrica, con un’autonomia fino a 600 chilometri con una sola carica, progettata per innalzare ulteriormente i nostri standard di sicurezza. È la prima Volvo a essere veramente definita dal suo software e a far parte di un ecosistema più ampio, in grado di connettersi alla vostra casa e agli altri vostri dispositivi. La Volvo EX90 è l’inizio di qualcosa di nuovo per Volvo Cars sotto molti aspetti”.

ha dichiarato il CEO di Volvo, Jim Rowan.

Volvo EX90: dotazioni di sicurezza

Le dotazioni di sicurezza standard presenti nella Volvo EX90 sono superiori a quelle di tutti i precedenti modelli della Casa. La nuova vettura è dotata di uno scudo di sicurezza invisibile abilitato dalla nostra più recente tecnologia di rilevamento, all’interno e all’esterno. Sensori di ultima generazione, come telecamere, radar e lidar, sono collegati ai processori centrali ad alte prestazioni dell’auto e le piattaforme NVIDIA DRIVE eseguono il software sviluppato internamente da Volvo Cars per creare in tempo reale una visione a 360 gradi del contesto circostante.

I sensori sono progettati per reagire e intervenire anche solo in caso di lieve ritardo da parte del guidatore. Il lidar, fornito da Luminar, rileva la strada, sia di giorno che di notte, anche a velocità autostradali. Riesce a individuare piccoli oggetti a centinaia di metri di distanza, lasciando più tempo per informarsi, agire ed evitare. I sensori contribuiscono anche a migliorare l’affidabilità e le prestazioni complessive della funzione di guida assistita Pilot Assist, dotata di un nuovo supporto alla sterzata durante il cambio di corsia.

All’interno, speciali sensori e telecamere, supportati da algoritmi sviluppati internamente, misurano la concentrazione dello sguardo. Questa tecnologia consente alla EX90 di capire quando siete distratti, assonnati o comunque disattenti. Il sistema allerterà il guidatore prima con un leggero segnale, poi in modo più insistente. E se dovesse accadere l’impensabile, se vi addormentate o vi sentite male durante la guida, la EX90 è progettata per fermarsi in modo sicuro e chiamare i soccorsi.

Volvo EX90: il software che gestisce l’auto

Un sistema centrale – alimentato dalle piattaforme NVIDIA DRIVE di IA, Xavier e Orin, dalle piattaforme Snapdragon® Cockpit di Qualcomm Technologies e dal software sviluppato internamente dai tecnici Volvo – gestisce gran parte delle funzioni principali all’interno dell’auto, dai sistemi di sicurezza e infotainment alla gestione della batteria.

Unendo l’avanzatissima potenza di calcolo delle piattaforme Snapdragon® Cockpit alle capacità di visualizzazione di Unreal Engine, il tool 3D sviluppato da Epic Games e utilizzato per la realizzazione di alcuni dei più grandi videogame al mondo, si garantisce una potenza di calcolo fulminea e una grafica di alta qualità sugli schermi dell’auto e sull’head-up display.

Lo schermo centrale da 14,5 pollici è la porta d’accesso al sistema di infotainment, con Google integrato. Le app e i servizi di Google, tra cui l’assistenza in vivavoce di Google Assistant, la navigazione di Google Maps e maggior numero di app fra quelle che preferite su Google Play, sono tutti inclusi nel sistema. Gli schermi della Volvo EX90 aiutano il conducente a tenere gli occhi sulla strada, fornendo le informazioni giuste al momento giusto. La Volvo EX90 sarà anche compatibile con Apple CarPlay wireless.

La Volvo EX90 disporrà anche della tecnologia phone key di serie. Lo smartphone fungerà da chiave dell’auto, consentendo di sbloccare automaticamente le portiere e di avviare una sequenza di benvenuto personalizzata non appena si entra nella vettura.

Uno sguardo agli interni

Tutti questi contenuti tecnologici si coniugano con un interno minimalista, dove la scena è dominata dai due schermi digitali in dotazione: il più piccolo dietro il volante, come quadro informativo per i dati di marcia, il secondo più grande, con orientamento verticale, domina il centro della consolle.

I display presenti nella sezione centrale della plancia e di fronte al guidatore forniscono informazioni in modo intelligente e personalizzabile in base alle proprie preferenze.

Che si stia guidando in modalità manuale, assistita o, in futuro, autonoma, la modalità di guida sarà sempre chiaramente visualizzata e riconoscibile. In questo modo si evita la cosiddetta “confusione tra modalità” e si contribuisce a una guida focalizzata.

La Volvo EX90 sarà il primo modello Volvo dotato di funzionalità Dolby Atmos, veicolata da un sistema audio Bowers & Wilkins di altissima qualità con 25 casse.

Infine, grazie alle funzioni gestite in remoto, è possibile chiedere a Google di riscaldare o raffrescare l’auto, o bloccarne le portiere, da remoto. È anche possibile conoscere istantaneamente il livello di carica della batteria.

Volvo EX90: batteria, autonomia e ricarica

Con la sua base tecnologica completamente elettrica sviluppata internamente, la Volvo EX90 ha un’autonomia di guida senza emissioni di gas allo scarico fino a 600 chilometri con una sola carica, secondo il ciclo di guida WLTP, la vettura si ricarica dal 10 all’80% in meno di 30 minuti. Il dato preliminare sull’autonomia si riferisce alla versione a trazione integrale con doppio motore inizialmente disponibile (300Kw/408 CV).

L’auto è il primo modello Volvo dotato di tutti i componenti necessari per la ricarica bidirezionale. Si tratta di una tecnologia che consente di utilizzare la batteria dell’auto come fonte energetica supplementare, ad esempio per alimentare la casa, altri dispositivi elettrici o un’altra Volvo elettrica. La casa svedese prevede di rendere disponibile la ricarica bidirezionale in futuro, cominciando da alcuni mercati selezionati.

La versione a trazione integrale con doppio motore, disponibile inizialmente, è alimentata da una batteria da 111 kWh e da due motori elettrici a magneti permanenti che, insieme, erogano 380 kW (517 CV) e 910 Nm di coppia nella versione più prestazionale, offrendo così, unitamente al nuovissimo telaio, un’esperienza di guida straordinaria e fluida.

Grazie all’esperienza di ricarica pubblica integrata nell’app di Volvo Cars, è possibile scegliere tra centinaia di migliaia di punti di ricarica pubblici nel mondo, pagare la ricarica e tenere traccia dell’avanzamento della stessa attraverso un’unica interfaccia di facile utilizzo. Inoltre, è possibile verificare la disponibilità in tempo reale dei punti di ricarica tramite Google Maps sul display centrale del sistema di infotainment.

La Volvo EX90 sarà compatibile con il sistema Plug & Charge. Quando sarà disponibile, basterà collegare l’auto a una colonnina di ricarica pubblica che supporti questa tecnologia e la ricarica inizierà in automatico, pagamento incluso.

Per maggiori informazioni visitate il sito web di Volvo. Se vi interessano le auto 100% elettriche, leggete il nostro precedente articolo sulla Kia Niro.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close