Macchine&Motori

Nuova Lexus ES 300h: la berlina ibrida un po’ coupé

Lanciata insieme alla prima berlina ammiraglia LS nel 1989, la ES è un modello di punta per la marca nipponica nel segmento E-premium.  La nuova ES 300h è costruita sulla piattaforma Global Architecture – K (GA-K) e alimentata dalla tecnologia Lexus Self-Charging Hybrid di quarta generazione.

Le linee esterne

L’imponente griglia anteriore si è evoluta, non tanto in dimensioni, quanto adottando un numero ridotto di barre verticali e componenti a forma di L che rappresentano sia un flusso orizzontale che un movimento in avanti. La ES 300h F SPORT conserva la sua iconica griglia nera con marchio “F”.

Nel complesso si presenta come una grande berlina ma con linee posteriori arrotondate da vero e proprio coupé.

Tutti i modelli ES sono dotati di fari di nuova concezione. I modelli con luci monoculare hanno unità ridisegnate sottili, mentre le luci a triplo raggio includono il BladeScan AHS (Adaptive High-beam System). Le nuove unità LED 3-Beam ultra-piccole offrono una maggiore intensità di luce, mentre i modelli con fari LED Bi-Beam incorporano piccoli 3 -lenti LED unità, migliorando la visibilità di notte. La nuova ES è disponibile anche con luci multi-tempo che aiutano il campo visivo del conducente in condizioni di nebbia.

Migliorando l’aspetto generale, le nuove ruote da 17″ con hanno raggi più distintivi, mentre le ruote da 18″ hanno superfici lavorate e la vernice nera.

I nuovi cerchi F SPORT neri lucidi da 19″ si abbinano alla griglia anteriore, con uno spoiler posteriore, badge e mantovana inferiore scura che completano il look dinamico.

Gli interni

All’interno della nuova vettura spicca il nuovo touchscreen multimediale da 12,3 pollici. Più sotto si fa notare la voluminosa leva del cambio.

La Lexus Climate Concierge controlla automaticamente i riscaldatori dei sedili, il riscaldamento del volante e la ventilazione dei sedili in sinergia con il sistema di aria condizionata. Un sensore rileva anche l’umidità dell’abitacolo e la temperatura dell’abitacolo/parabrezza per garantire che il parabrezza non si appanni.

Ibrido Lexus di quarta generazione

Nei mercati europei, la nuova ES 300h è dotata del più recente sistema Lexus Self-Charging Hybrid, con emissioni di CO2 a partire da soli 119 g/km. Si carica mentre guidi, rallenti o freni, il che significa che il conducente non deve mai collegare la ricarica o preoccuparsi dell’autonomia della batteria.

Il sistema ibrido dell’auto abbina un motore a benzina a quattro cilindri a ciclo Atkinson da 2,5 litri con un motore elettrico leggero e compatto. La potenza totale del sistema è di 218 CV/160 kW DIN e il consumo di carburante nel ciclo combinato è di 5,2 l/100 km nel ciclo combinato WLTP.

Il motore a benzina incorpora una tecnologia di combustione rapida. Il risultato è più potenza senza aumentare le emissioni o il consumo di carburante. Ciò si ottiene grazie a caratteristiche come le porte di aspirazione diritte, gli angoli delle valvole aumentati e le sedi delle valvole rifinite al laser. Una pompa dell’olio a capacità variabile, iniettori multi-foro, VVT-iE sulle valvole di aspirazione e un sistema di raffreddamento variabile contribuiscono anche alla gestione del calore e della combustione del motore.

La trasmissione utilizza una disposizione a più assi dei motori elettrici per ridurre la lunghezza complessiva del cambio di quasi 30 mm rispetto al sistema della generazione precedente. Questo incorpora una corona dentata planetaria a potenza divisa, un ingranaggio di parcheggio e un ingranaggio di rinvio in un’unica unità compatta.

La batteria al nichel-metallo idruro

Progettata per durare tutta la vita dell’auto, la batteria all’idruro di nichel metallico che alimenta il motore elettrico e immagazzina l’elettricità generata dalla guida e dalla frenata, è posizionata sotto i sedili posteriori.

Montata direttamente sopra il cambio l’unità di controllo dell’alimentazione (PCU) compatta consente un design a cofano ribassato che migliora l’aerodinamica e riduce il consumo di carburante. Sebbene le dimensioni compatte e il peso ridotto derivino dal ridimensionamento del circuito stampato, l’unità presenta perdite di potenza ridotte e una maggiore efficienza di raffreddamento.

Grazie al basso consumo di carburante e al serbatoio da 50 litri, la ES 300h offre un’autonomia di 960 km con un pieno di carburante.

I Lexus Self-Charging Hybrids richiedono meno manutenzione e pezzi di ricambio in quanto non c’è frizione, alternatore o cinghia di distribuzione da sostituire e, con la frenata rigenerativa, le pastiglie dei freni si consumano meno, con una ridotta usura degli pneumatici grazie a un’accelerazione lineare più uniforme.

Lexus ES 300h F Sport
Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close