Macchine&Motori

L’utilitaria elettrica del futuro secondo Volkswagen: la ID.LIFE

Volkswagen sta procedendo spedita verso la mobilità elettrica con la sua strategia ACCELERATE, al fine di rendere sempre più disponibile e diffuso il passaggio alle auto elettriche entro il 2025, ben due anni prima di quanto originariamente previsto. Proprio in quell’anno, Volkswagen lancerà una ID. per il segmento delle utilitarie. Costerà circa 20.000 euro.

La concept car LIFE, presentata all’International Motor Show IAA MOBILITY 2021 di Monaco di Baviera, dà un’idea di come potrebbe essere un veicolo di questo tipo.

Sostenibilità e digitalizzazione

La visione di un’utilitaria completamente elettrica per l’ambiente urbano è incentrata sulle persone e sulle esperienze comuni. La concept car combina sostenibilità e digitalizzazione con un utilizzo estremamente flessibile: l’ID. LIFE può diventare un mini-cinema o una sala giochi, ad esempio, o semplicemente essere utilizzato per rilassarsi all’aria aperta.

“La carta d’identità. LIFE è la nostra visione della mobilità urbana completamente elettrica di nuova generazione. La concept car fornisce un’anteprima di un ID. nel segmento delle utilitarie che lanceremo nel 2025, al prezzo di circa 20.000 euro. Ciò significa che stiamo rendendo la mobilità elettrica accessibile a un numero ancora maggiore di persone”, afferma Ralf Brandstätter, CEO del marchio Volkswagen. “Nella creazione dell’ID. LIFE, ci siamo costantemente concentrati sulle esigenze dei clienti più giovani. Crediamo che, ancor più di oggi, l’auto del futuro riguarderà lo stile di vita e l’espressione personale. Il cliente di domani non vorrà semplicemente andare da A a B; saranno molto più interessati alle esperienze che un’auto può offrire. L’ID. LIFE è la nostra risposta a questo.”

Motore elettrico sulle ruote anteriori

Il design dell’ID. LIFE è decisamente essenziale, con linee squadrate e volumi ben delineati. Gli elementi decorativi e le parti aggiuntive sono stati eliminati, così come qualsiasi complesso mix di materiali. Anche la divisione orizzontale tra carrozzeria, superfici vetrate e tetto contribuisce all’aspetto purista della vettura. Un tetto personalizzato e rimovibile in tessuto a camera d’aria conferisce una sensazione di aria aperta, riducendo anche il peso del veicolo.

La LIFE si basa su una variante più piccola della matrice di trazione elettrica modulare (MEB) di Volkswagen che è stata sviluppata specificamente per il segmento delle auto piccole. Questa è la prima volta che un veicolo basato sul MEB ha la trazione anteriore.

Con il suo motore elettrico da 172 kW (234 CV), l’ID. LIFE accelera da zero a 100 km/h in 6,9 secondi, mentre la sua batteria ad alta tensione da 57 kWh consente un’autonomia di circa 400 chilometri (WLTP).

“La ID. LIFE dimostra ancora una volta quanto sia straordinariamente flessibile il MEB. La piattaforma è adatta a veicoli di tutti i tipi, dalle utilitarie ai furgoni”, afferma Thomas Ulbrich, membro del Volkswagen Brand Board of Management for Development. “È l’architettura elettrica più scalabile del settore. Stiamo appena iniziando a sfruttare il potenziale di MEB. Le prestazioni, la capacità di ricarica e l’autonomia continueranno a migliorare con ogni nuovo modello e aggiornamento software”.

Materiali naturali e riciclati

Il carattere sostenibile dell’ID. LIFE si riflette particolarmente nella scelta dei materiali e delle finiture. Nella vernice trasparente per la carrozzeria, i trucioli di legno vengono utilizzati come colorante naturale insieme a un indurente a base biologica. Il tessuto della camera d’aria per il tetto e il cofano anteriore è realizzato con bottiglie PET riciclate al 100%.

All’interno, il legno della plancia e dei bordi dei sedili posteriori è combinato con ArtVelours Eco per le superfici dei sedili e i rivestimenti delle portiere. Bio-olio, gomma naturale e lolla di riso sono solo alcuni dei materiali che servono come base per gli pneumatici della LIFE.

L’interno è pensato come un ambiente multifunzionale. Ad esempio, può essere convertito in un attimo in un cinema o in una sala giochi. Il veicolo è dotato di console per videogiochi e proiettore, oltre a uno schermo di proiezione che si estende dal cruscotto quando richiesto. Altri dispositivi possono essere collegati secondo necessità all’alimentatore da 230 volt / 16 ampere.

Anche il design dei sedili è estremamente flessibile. La panca del sedile anteriore può essere completamente ribaltata, così come quella del sedile posteriore. Ciò consente una gamma di diverse possibilità, dalle sedute cinematografiche, a un letto di circa due metri di lunghezza, a una versione cargo che massimizza il volume dei bagagli.

Controllo digitale

Le fotocamere e un display sostituiscono sia gli specchietti esterni che quelli interni. Le funzioni di guida essenziali sono controllate tramite un pannello tattile sul volante esagonale e uno smartphone può essere integrato nel sistema operativo. I dispositivi personali, siano essi smartphone o tablet, possono essere utilizzati per comandare il sistema di navigazione. Musica, film e giochi memorizzati sul dispositivo possono essere utilizzati senza problemi, con immagini visualizzate sullo schermo di proiezione.

L’espansione della famiglia ID del marchio tedesco potrà certamente dare un forte impulso alla diffusione delle auto elettriche. Il prezzo sembra abbastanza accessibile, ma in sostanza non è molto lontano dal costo attuale di una utilitaria elettrica, come la Fiat 500. Anche questo è probabilmente un segnale che non fa sperare, almeno per il prossimo futuro, un calo sostanziale dei prezzi delle vetture elettriche. Se non è prevedibile per le utilitarie, lo sarà probabilmente ancor meno per le vetture di fascia più alta.

Entro il 2030, Volkswagen mira ad aumentare la quota di modelli completamente elettrici nelle vendite totali di veicoli in Europa ad almeno il 70% e in Nord America e Cina ad almeno il 50%. Obbiettivi ambiziosi che dovranno essere accompagnati da un altrettanto rapido sviluppo della rete di ricarica, con energia prodotta da fonti rinnovabili.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close