Macchine&Motori

Lamborghini lancia la Aventador LP 780-4 Ultimae

Dopo oltre un anno di assenza di eventi mondiali a causa della pandemia, la Aventador LP 780-4 Ultimae, nelle versioni Coupé e Roadster, è stata esposta nel Regno Unito in occasione del Goodwood Festival of Speed 2021 per essere ammirata da appassionati e clienti.

Le linee della Ultimae si coniugano con le prestazioni di questa versione. Il motore a dodici cilindri da 6,5 litri “Longitudinale Posteriore” (LP) sprigiona sulla sua trazione integrale permanente 780 CV: 40 CV in più rispetto alla Aventador S e 10 CV in più rispetto alla SVJ.

Un’accelerazione da 0 a 100 in 2,8 secondi

La monoscocca unica in fibra di carbonio della Ultimae, leggera ed estremamente rigida, e l’ampio uso di fibra di carbonio in tutta la carrozzeria, garantiscono un peso a secco di soli 1550 kg. La versione Coupé, che pesa 25 kg in meno rispetto alla Aventador S, ha lo stesso rapporto peso-potenza della SVJ (1,98 kg/CV), un’accelerazione da 0 a 100 in 2,8 secondi e una velocità massina di 355 km/h, con 720 Nm di coppia a un massimo di 6750 giri/min. A questo si aggiungono un variatore di fase (VVT) e un sistema di aspirazione a geometria variabile (VIS) calibrati per una curva di coppia ottimizzata. L’impianto frenante CCB passa da 100 km/h all’arresto totale in appena 30 m.

Il controllo laterale è perfezionato grazie al sistema a quattro ruote sterzanti introdotto sulla Aventador S. Il Lamborghini Dynamic Steering (LDS) sull’asse anteriore è calibrato per una reattività nelle curve più strette ed è allo stesso tempo adattato per l’integrazione con il sistema sterzante posteriore attivo sull’asse posteriore: due attuatori separati reagiscono in cinque millisecondi alle sterzate del conducente.

Il design della Aventador Ultimae adotta un concetto specifico per il paraurti anteriore per incrementare il carico aerodinamico, con prestazioni longitudinali simili a quelle della SVJ. L’ESC è calibrata per un controllo della trazione e una dinamica della vettura rapidi e precisi per il riconoscimento e l’adattamento delle differenze nell’aderenza, come nel caso di superfici quali la neve e il ghiaccio.

La trazione integrale permanente, grazie al sistema sterzante posteriore, è calibrata per ottenere una coppia più elevata sull’asse posteriore: rilasciando l’acceleratore, sull’asse anteriore viene trasferita una coppia minore. I sistemi sono gestiti da Lamborghini Dinamica Veicolo Attiva (LDVA), che elabora informazioni precise in tempo reale sul movimento della carrozzeria tramite i sensori, al fine di adattare al meglio la dinamica del veicolo in ogni condizione.

L’alettone posteriore è orientabile in tre posizioni

Lo splitter e la “bocca” anteriore della LP 780-4 indirizzano un flusso d’aria supplementare per ottimizzare l’efficienza aerodinamica e il raffreddamento del motore e del radiatore, per prestazioni aerodinamiche all’avanguardia. I condotti di aerazione del paraurti anteriore e quelli laterali del sistema di raffreddamento riducono l’interferenza aerodinamica con gli pneumatici anteriori e ottimizzano il flusso d’aria verso il radiatore posteriore.

L’alettone posteriore del sistema aerodinamico attivo è orientabile in tre posizioni: può restare chiuso o essere regolato per fornire “massime prestazioni” o “massima manovrabilità”, in base alla velocità e alla modalità di guida selezionata, ottimizzando così l’equilibrio generale della vettura e lavorando insieme ai generatori di vortici inseriti sulla parte anteriore e sul retro del fondo piatto aerodinamico, che amplificano al massimo il flusso d’aria e agevolano il raffreddamento dei freni. Il cambio a 7 velocità ISR (Independent Shifting Rod) di Lamborghini garantisce una cambiata robotizzata in appena 50 millisecondi.

Le modalità di guida della Aventador LP 780-4 Ultimae consentono al conducente di selezionare non solo le opzioni dinamiche STRADA, SPORT e CORSA, ma anche di scegliere i propri parametri in modalità EGO per una configurazione ottimale della sospensione attiva Lamborghini (LMS), dei controlli della trazione (motore, cambio e trazione integrale) e del sistema sterzante.

La Ultimae Coupé viene lanciata in una tonalità bicolore, grigio su grigio, con linee e dettagli come il profilo dello splitter e delle pinne anteriori in Rosso Mimir opaco, con la linea laterale in evidenza lungo la vettura e dettagli ripresi sulle appendici aerodinamiche posteriori del diffusore in fibra di carbonio a vista, materiale disponibile anche per il tetto della Aventador LP 780-4 Ultimae Roadster.

Aventador Ultimae Roadster

Cerchi in lega forgiati Dianthus in argento

I due toni eleganti ma sportivi degli esterni, Grigio Acheso e Grigio Teca opachi, sono ripresi negli interni: pelle nera e materiali di base in Alcantara® presentano cuciture e finiture di un grigio complementare a quello degli esterni, con inserti a “Y” sui sedili in Alcantara nera. È la ripetizione opzionale del motivo a “Y” con lavorazione laser con colore a contrasto su sedili e quadro strumenti a contraddistinguere il modello Ultimae. Sul sedile Comfort della LP 780-4 è quello della Aventador S è ricamato il nome “Ultimae, mentre sul quadro strumenti del montante a lato pilota è riportato il numero dell’edizione limitata su 350/250 esemplari.

Sono disponibili di serie cerchi in lega forgiati Dianthus in argento da 20” e 21”, con altre opzioni Dianthus, Leiron e Nireo da 20” e 21” color bronzo, nero e titanio, dotati di pneumatici Pirelli P Zero Corsa. All’esterno la livrea riprende i dettagli di colore in tre opzioni: bianco, argento e bronzo, che si abbinano all’accento sul paraurti anteriore e sulle alette del diffusore posteriore. Oltre alle pinze argentate di serie sono disponibili molti altri colori opzionali ripresi nel monodado delle ruote.

La Ultimae Roadster è disponibile in Blu Tawaret e Blu Nethuns, con i pannelli del tetto in fibra di carbonio color nero lucido.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close
Close